Zuccherata al punto giusto, vellutata e portatrice di allegria: la marmellata. Dalle origini antiche, alle leggende sulla sua nascita, scoprite come riconoscere una buona marmellata, distinguerla dalla confettura e come osare un abbinamento con i formaggi.

Gira e rigira per ottenere il giusto addensamento: è la regola di una buona marmellata che, insieme alla qualità degli ingredienti, riesce a regalare una dolce pausa. Protagonisti indiscussi di ogni barattolo sono in questo momento gli agrumi che, in abbinamento ai dolci o assaporati insieme ai formaggi a pasta molle, sono un ottimo rimedio ad un momento di piacere.

Origine del nome e leggende sulla marmellata

Le ipotesi sul termine “marmellata”, sono assai varie: per alcuni il suo nome deriva dal portoghese “marmelada”, confettura di marmelo (mela cotogna); per altri si deve a Maria de Medici che, dopo il suo trasferimento in Francia, colpita da una carenza di vitamina C, decise di inviare degli uomini in Italia a fare una grande scorta di agrumi siciliani conservati in contenitori con la scritta: “Per Maria ammalata” che alcuni lessero “Por mariemalad”. Per quanto riguarda le origini, risalirebbero ai Greci nel IV-V secolo d.C che, bollivano le mele cotogne con il miele per ottenere una dolce conserva. Invece, secondo una leggenda, la nascita della marmellata di arance, sarebbe merito della regina Caterina d’Aragona che, appena sposata con il re d’Inghilterra Enrico VIII, sentendo la mancanza dei frutti della sua terra fece creare il composto. 

Marmellata e confettura, l’eterno dubbio

Da sempre oggetto di confusione, è la differenza tra marmellata e confettura.  Per marmellata intendiamo un prodotto a base di agrumi come: limone; arancia; mandarino e pompelmo, mentre la confettura è a base di altri tipi di frutta: pesche; albicocche; fragole; frutti di bosco ecc… 

Quale marmellata scegliere

Prima dell’acquisto di un vasetto di marmellata, è importante fare riferimento ad un criterio fondamentale per scegliere quella di qualità, ovvero la quantità degli ingredienti. Sull’etichetta sono disposti in ordine decrescente (dalle quantità maggiore a quella minore), le dosi di zucchero, frutta e conservanti; sta a noi verificare che nella marmellata tradizionale ci sia minimo il 20% di frutta ed in quella extra il 45%. La regola d’oro rimane quella di preferire sempre un prodotto con più frutta, meno zucchero e senza coloranti. 

Non solo dolci. La marmellata da abbinare ai formaggi

Oltre la tradizionale merenda di pane e marmellata o al suo utilizzo come farcitura per crostate e brioche, non è inusuale vedere come le marmellate sono riuscite a conquistare un posto nel cuore degli amanti dei formaggi. Il segreto di questo accostamento sta nell’equilibrio di sapori, dovuto alla mancanza di zucchero dei formaggi. Per quelli a pasta molle e dolce l’abbinamento vincente sono le marmellate acidule, mentre per quelli stagionati e dal sapore forte si può optare per le confetture. Che sia un aperitivo, una colazione o una merenda, la marmellata è la scelta perfetta, grazie alla sua versatilità, con cui saprà soddisfare le vostre esigenze.

Da sempre per noi, le marmellate sono una cosa seria, dalla coltivazione alla trasformazione della materia prima, perché la nostra missione è stuzzicare con il loro sapore la vostra creatività e golosità e regalarvi un’emozione in più, quella della terra di Sicilia. 

Così, direttamente dalla Val di Noto, produciamo con attenzione e amore le marmellate contenenti non più del 40% di frutta e zucchero di canna bio nella quantità giusta, dopo aver misurato il grado brix (livello zuccherino della frutta) ed infine l’uso delle sostanze presenti nella scorza degli agrumi come addensanti al posto della pectina. L’ampia scelta: dai mandarini tardivi di Ciaculli, al limone Femminello di Siracusa, fino al pompelmo rosa star Ruby e l’arancia Tarocco, vi trascinerà con un mix di profumi, colori e sapori direttamente nell’Isola. Le trovate sul nostro shop on line: https://www.busulmona.com/categoria-prodotto/conserve/marmellate/

 

 

 

 

 

 

0
Il tuo Carrello